«Solo un vero poeta della composizione, o un vero mago, poteva creare o suscitare questa armonia intoccabile, e l’atmosfera che l’avvolge, sospesa, immobile, silenziosa, magica appunto».

(Roberto Tassi, fragment del catàleg Navarro Vives. Galleria d’Arte Contini, Venècia, 1995.)